accedi   |   crea nuovo account

Paura. Travaglio

Non comprendo la sua sofferenza e soffro.
Non sento coinvolgimento e mi sconvolgo.
Inerme come verme striscio nella palude dell'anima.
Cerco reazione e trovo repulsione.
Male che spaventa il mare burrascoso che si infrange sul cuore.
21-03-2004

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Enrico Olivero il 25/10/2009 20:39
    sembra un amore straniero, estraneo a te stessa, quasi respinto, ma nel senso di scoprirsi vuota, quando l'amor vero dovrebbe riempir l'anima
  • Ivan Iurato il 02/12/2006 13:31
    ossimorica sofferenza, potevi renderla forse in maniera più densa, ma ho colto alla perfezione la freschezza del tuo stato d'animo quando l'hai scritta.
  • Argeta Brozi il 08/11/2006 11:08
    Scritti in versi questa e "cercando amore" che ho letto prima, non avrebbe guastato alla forma della poesia. Ma è bella e di piacevole lettura, perchè scritta di getto nel frastuono delle emozioni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0