accedi   |   crea nuovo account

Inebriato perdo la testa in un mistico corpo di luce

Vado
in giro
con la mia testa
d'uomo
in mano

appagato
uovo
dal suo taglio
luminoso

rotondeggiante

raggiante

Ondeggiante
intaglio
il silenzioso
silenzio

nell’infinito
finale
lacrimante
gemente
sussurrante

d’un quarto
di luna
amorevolmente
fatale

nell’inebriante
parodia
di parole
in amore

d’un fantasmagorico
piede
falciante
le lune

scalciante
i soli

d'un corpo
sfilacciato

verso estasi
sorridenti

Succhiandoti

12

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • nicoletta spina il 18/12/2008 23:38
    Inebriata mi perdo nella sensualità dei tuoi versi e mi ritrovo nell'abbandono della
    vertigine del volo. Stupenda!
  • Fabio Mancini il 18/12/2008 14:43
    Il titolo lo trovo molto suggestivo e originale. La composizione fantasiosa e simpatica. Piaciuta davvero. Ciao, Capitano. Fabio.
  • Marcelllo Barbuscio il 18/12/2008 11:09
    Erotismo sopraffino... di inusuale eleganza, wooawuuuu!! Ciao Marcello

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0