username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nebbia

Morbida e impalpabile sinuosa arrivi
coprendo di mistero contorni e pensieri
suadente mi celi or chetando la vita
ch'addita con astio nel verso più truce.

Appanna rasoi che ledon la mente,
l'attraente presente di grazia sfumata
fumosa vela d'un colpo l'inutile senso
che vide lontano il vano che penso.

E or che mi lasci intonsa al reale
ingoia l'inganno al senno mostrato
el creato splendente nato di nuovo
che mi lascia mero nero, "Ancor ci riprovo!"

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 05/01/2009 20:08
    ti voglio rispondere dandoti proprio l'ambientazione adatta.
    paranoie a iosa perpetranti nel mio stanco cervello, un ausilio esterno forma una coltre nebbia dentro di esso scacciando la para, è volutamente ambigua tra natura e psiche per cercare di dare realmente quel senso di nebbia fitta e bianca che avvolge tutto intorno.
  • Anonimo il 03/01/2009 15:19
    la nebbia...
    o un velo di sudario?
    bella...
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 18/12/2008 20:24
    hihihihihi
    si, un poeta maledetto!
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 18/12/2008 20:17
    se ti raccontassi la storia di questo scritto, ero realmente moooooolto annebbiato!
    troppo gentile...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0