accedi   |   crea nuovo account

Betania

Entro nella vostra casa antica
stanca del mio pellegrinare.
Avvolta in lunghe vesti, corri o Marta
presa sei dall'affannoso "fare".
Ora un sonoro silenzio mi inebria,
assorta, quieta, avvolta in perle di sorrisi,
ti vedo sorella mia Maria!
Bianche onde di preghiera mi sommergono
e in vortice di gioia,
voce nota mi raggiunge:
"Amatevi l'un l'altro come io vi ho amato,
da questo vi riconosceranno come miei".
Avida assorbo gocce di sorrisi
che come perle colorate,
scendono lievi nel mare di mia vita,
e vedo: boschi profumati,
montagne innevate,
verdeggianti prati colorati,
uomini finalmente affratellati.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Pietro Saltarelli il 16/01/2013 06:55
    Meraviglia...
    La visione espressa dai versi finali è la meta che dobbiamo raggiungere.
    Dio ti Benedica.
  • Riccardo Brumana il 11/04/2007 23:03
    il giorno che ci ameremo tutti l'un l'altro come Lui ha amato noi il paradiso sarà in terra. un bellissimo sogno che credo resterà tale.
  • michele marra il 23/12/2006 17:30
    complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0