username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ioannina

Il finire della notte
si rischiara di luce
viva e soffusa.

Dalla mia stanza
vedo svanire le stelle
dal cielo.

In un angolino
una chioccia
protegge le uova.

Sento il ripetersi
del canto di un gallo
fino al sorgere del sole.

Una tartaruga straniera
china il capo tra i gelsi
e si nutre di solitudine.

Mi rigiro nel letto
e muoio ancora
chiudendo gli occhi.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 09/10/2015 05:08
    molto bella complimenti.

1 commenti:

  • Gianmarco Dosselli il 13/07/2010 11:54
    Semplicissima opera; in compenso, ha sapore di sentimento nostalgico che mi offre, tra l'altro, anche una gradevole sensazione ripercorrendo la mia infanzia che quasi opta quanto descritto nella poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0