accedi   |   crea nuovo account

Gemito Funesto

tu... buia notte che rapisci, con soffio immortale
le anime disperate perdute dell' immensità...
Notte tenebrosa porti nell' aria
lo stesso brivido di sempre
chiudendoti
tra braccia fredde...
perderti cosi nel buio, in un gemito funesto
dolce nulla non ti avvicinare...
il battito del suo cuore e quasi assente
perdere qualcosa di impura come la vita...
in un gemito funesto...
FINITO IL MIO ASSOLO
l unico di una vita che fa male
la fine dell inzio...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • nemo numan il 23/07/2009 20:16
    bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 24/12/2008 02:36
    Nel buio della notte... un soffio immortale... un brivido... un gemito funesto... di anime immense...

    una fine... un'inizio...
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/12/2008 19:43
    Michele Arcangelo, esperto della grande avventura umana, esplora gli ambiti infiniti della notte e della sua immensità. Con grazia e armonia canta il buio della notte, quello immortale e lo confronta con la vita che svanisce.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0