accedi   |   crea nuovo account

Lei non crede.

Lei non crede
che io possa carezzare il cielo
e giocare un po’ con le stelle,
coglierne per caso una
che nell’infinito indulge,
per deporla così,
sul suo tiepido seno.
Lei non vuole
chinare piano il cuore
ad ascoltare due parole,
sfidare la voce del vento
e rubare tutte le favole
ad un fiore,
mentre la notte si nasconde.
Ma io vedo e so
che osare è talvolta un piacere,
disegnarti solo con un dito
ora vorrei qui
e ritrovarmi tra le tue braccia
come spesso era,
quando scherzavi con la mia faccia.
Ma io ricordo
il tuo chanel tra le lenzuola,
cercarti sempre all'alba,
nel sonno e dopo l’amore,
qua e là  un respiro,
scoprire tutti i tuoi trucchi
e scendere con te sotto la doccia.
Lei non crede che io vedo e so.
Lei non vuole che io ricordi.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • gianni castagneri il 12/03/2014 10:49
    bella... pero' sarei rimasto sul "lei" invece di passare all'improvviso al "tu"
  • Emanuela Lazzaro il 16/09/2006 18:36
    Non ti preoccupare Gianfranco, io preferisco le critiche alle lodi solo che mi piacerebe che dicessero dove sbaglio così potrei migliorare. Se è un modo per dirmi inderettamente che sarebbe opportuno che facessi un corso di perfezionamento a livello scrittoreo, beh vi dirò che ci sto pensando solo che non è facile concilaire gli impegni con lo studio; Comunque grazie per i voti e prometto di migliorare anche se l'apprendimento va a rilento.
  • Argeta Brozi il 08/08/2006 15:02
    Mi piacciono i primi 14 versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0