username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Francesca

Freme e pulsa di dentro potente
rubino vitale, unguento suadente
arde per l'epidermide di calda fame
nivea struttura del tesser di brame.
Colar nel tuo ventre di sacro profano
espulsioni roventi d'ansimo piano
sogno d'estasi esteso al membro vorace
corpi in composto di rosso vivace
aulico desiderio di desio vietato.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Chirio Delirio il 04/06/2009 21:09
    grazie, solo un pensiero di mente ubriaca.
  • laura cuppone il 31/05/2009 12:58
    e più é vietato.. più é desiderato...

    fremente
    rovente
    piaciuta!!!

    Laura
  • Chirio Delirio il 18/01/2009 15:58
    troppo buona! un paragone ardito con un intoccabile grandezza artistica. ti ringrazio anche se non credo di meritare tanto!
  • Anonimo il 17/01/2009 09:05
    Mi ricordi i quadri del genio "Caravaggio", forza, potenza, espressività, colore... Cry
  • Chirio Delirio il 05/01/2009 19:58
    giusto i capoversi a scandire il tempo
  • ANNA MARIA CONSOLO il 03/01/2009 21:25
    L'ho letta tutta d'un fiato... era così che andava interpretata? Senza respiro? Bravo!
  • Chirio Delirio il 26/12/2008 17:37
    quello che penso è scritto nel mio "antico verso" che non è solo un vezzo stilistico, la mia è una ctonia fonte che tende e spera a divenir soprana. comunque ti ringrazio vivamente per il tuo darmi speranza, anche se rimane flebile...
  • Anonimo il 26/12/2008 15:28
    e nn te ne accorgi nemmeno ora?
    forgi parole... modelli sentimenti
    la tua fucina... ha il forno che fonde l'acciaio...
    bella... veramente bella!!!
  • Chirio Delirio il 23/12/2008 22:07
    forse, ma io son solo apprendista giocoliere del verbo, mai troverai nei miei scritti la tag poesia perchè per me è qualcosa di ben più alto e non ho la presunzione di definirli tale, è una mia visione... ancora studio il potere della parola, gioco, mi esercito... un giorno, forse, se sarò fortunato verrò baciato da Dea Poesia sulla fronte e il nome Chirio vivrà insieme a quelli di Neruda, Blake, Poe, Montale ecc ecc.
    ma questo solo se quel giorno verrà!
  • Riccardo Brumana il 23/12/2008 21:59
    la poesia non chiede
    la poesia non pretende
    arriva quando meno te lo aspetti
    e si fa padrona!
    anche se non ti rendi conto...
    sei già suo.

    passerò, ciao.
  • Chirio Delirio il 23/12/2008 21:44
    grazie, ma era solo il desiderio di un ubriaco buttato giù in un cinema in 5 minuti, ti consiglierei di leggere altro di mio... avevo ed ho abbondanza di crediti.
  • Riccardo Brumana il 23/12/2008 21:36
    una bella poesia, bravo.
  • Chirio Delirio il 23/12/2008 17:08
    ribadisco, ero ubriaco fradicio... l'ho scritta sul mio blocchetto e facevo perfino fatica a tradurre la mia calligrafia...
  • Chirio Delirio il 23/12/2008 16:29
    grazie grazie, avevo bevuto un po' tanto..
  • Free Spirit il 23/12/2008 16:19
    L'aulico desiderio di desio al membro vorace vietato... bella Chirio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0