PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Che?

d'arte d'amar senza poter
ne venga l'assiduo ritornello
di verbo che decade
in pensier che scivola
al passar di epidermide
su freddo fermo testo confuso
rimesso in sesto da improbabili dita
che lasciano scorrer l'italica lingua
senza cercar senso a lettere assemblate
nello scorrer di confusi pensieri
non pensierosi ma partoriti da mente
libera che libra su sfondo incolore
senza ardore senza tremore
ma sol per l'amore
di placar insolito fervore

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0