accedi   |   crea nuovo account

La spiaggia del mio paese

Non sembra mare
ma una tavolozza di colori;
brillanti, parlanti... nel loro muoversi incessante.
Il blu... che si trasforma in smeraldo
funambolico riappare in chiaro azzurro;
un refolo di vento lo scompiglia
lo spruzza sugli scogli e li si sbianca.
Si dondola e si culla sulla sabbia
in frizzanti bollicine che fan danza;
nel cadenzato andare... avanti e indietro
somiglia a un corteggiare innamorato.
Dove comincia terra c’è pure fiori
d’ubriache forme e di svariate tinte;
s’affannano... faticano, si fanno spazio
per meglio appartenere a questo show.
Io... che sono spettatore fortunato
mi godo questa tela quando voglio;
e’ un regalo per tutti, non a casa da portare
ma è un peccato non si possa incorniciare.
Li dove vive... deve stare;
da guardare... meditare e rispettare.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 27/12/2008 00:38
    Bellissima! Questo dipinto lo abbiamo visto anche noi grazie a te.
    Un abbraccio...
  • Donato Delfin8 il 26/12/2008 07:16
    Dolcissima dedica! Pennellata alla grande
    Grazie a presto
  • Anonimo il 26/12/2008 00:23
    sembr di vederlo questo quadro...
    bella.
    Buon Natale anche per oggi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0