PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Liquido lamento

Odo il ritornar del tarlo,
tra lo scricchiolar di secche sedie;
il tarlo tenace e testardo
che lì, tra lesionate limature,
si trastulla di tortuosi labirinti.
Quel tarlo pedante. Quel tarlo stressante!
Da scriteriati costrutti creato e cresciuto.
Tarlo incallito...

Troppo intriso resta il mio corpo,
sciolto in liquido lamento,
dell'eco del vuoto!

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 30/01/2009 20:50
  • virginia marcelloni il 30/01/2009 18:38
    ... parole ke scuotono l'anima..
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 29/12/2008 12:21
    ti ringrazio, dovevano essere l'immissione in uno stato d'animo... volevo dargli più tono per renderla ancora più ossessiva ma stò imparando...
  • Free Spirit il 28/12/2008 20:02
    Tarlo vorace che scava gallerie nei labirinti dell'anima, dove riecheggiano le sterili parole del vuoto e liquido lamento fluisce nella carne rimasta intrisa di quel dolore.
    Molto belle le ultime 3 righe
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 26/12/2008 17:39
    creata ieri aspettando in stazione mia sorella, viva l'ispirazione quando arriva di colpo come una fucilata (a patto che abbia possibilità di scriverla XD). grazie!
  • Anonimo il 26/12/2008 15:23
    mammamia...
    mi hai catapultato in quei liquidi labirinti...
    bellissima!!!!
    a presto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0