PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La mia ombra

seduta
senza spostare la mia ombra
un filo invisibile
separa me dall'altra
ogni inizio e fine del giorno
ciò accade
m'illudo d'essere importante
per chi ascolta le mie
parole
Ho poche cose di cui sono certa,
ma le osservo con sospetto.
M'accade di parlare
ed accarezzare gli stipiti
della mia casa vuota,
mentre l'anima piange di pietà.
Prigioniera
del mio cuore antico e sepolto.

 

6
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Vanessa Solimando il 27/04/2011 12:39
    Bella, mi è prorpio piaciuta
  • Anonimo il 15/03/2009 22:30
    Si malinconica e toccante. Bella
    Ciao
    MAx
  • SILVIA TRABANELLI il 17/01/2009 09:13
    grazie rik e giuliano della visita... ciao a bien tot
    s.
  • giuliano paolini il 17/01/2009 09:05
    il sospetto nasce dal sapore di stantio che le certezze inevitabilmente hanno
    in quanto tutto cio' che e' statico e sicuro e' gia' un po' morto.
  • Rik Forsenna il 16/01/2009 20:06
    ... malinconica & profonda... brava Silvia...
  • SILVIA TRABANELLI il 27/12/2008 12:11
    ho piacere ti sia piaciuta Salvatore...
    BUON ANNO ANCHE A TE

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0