accedi   |   crea nuovo account

Unisono

Mi corteggia dal mattino
col colore dell’aurora,
ed io, da lei,
mi lascio conquistare.
Ubriaca ancor di sonno, nel suo abbraccio,
attendo il giungere del giorno,
in sospeso, tra lei e il tempo,
così, come può esserlo una foglia d’autunno
sulle mani del vento e … m’incanto
nel sentirmi sole e luna… stelo d’erba e fiore.
Come un nido, custode della vita,
mi nutre di respiro… invisibile
sorveglia i passi del mio andare,
discreta… senza far rumore,
ed io… respiro, vivendo
e… vivo… respirando,
mentre lei … l’aria… piano,
m’entra dentro.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fabio Solieri il 11/12/2014 16:52
    Piaciuta, carina, gradevole come l'aria che respiriamo che ci tiene in vita

  • Andrea il 12/09/2012 19:49
    non riesco a capire come mai la tua poesia abbia ricevuto solo un commento...è veramente piacevole e profonda allo stesso tempo!!! sentiti complimenti
  • Anonimo il 29/12/2008 14:44
    Delicata, piacevole, particolare dedica.
    Grazie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0