PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

una voce dal mare

Cattura i miei passi un’onda e,
l’ansia del mio andare scompare.
Presa, m’accuccio sulla riva e,
guardo i miei pensieri fuggire.
S’arrestano non molto lontano
poiché, un suono inaspettato
li sorprende proprio sul mare,
così, sulla cresta, li vedo ritornare:
or ci sono, ora no.
Or ci sono, ora no.
Eccoli, al ritmo di un’eco che corre tra le valli,
si tuffano nell’acqua e fan rizzare il mare,
lo solleva pure il vento e d’un tratto,
par gridarmi qualcosa, che a stento sento:
attenta… ti bagno… vuoi giocare?
Sorrido,
mi rialzo… scosto un’onda e,
quel mio ascoltare, diventa un ricordare.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0