PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Temporale

Stanotte il cielo par non voglia dormire,
cela in cuore una sua malinconia.
Dense tenebre gli offuscano la mente
sospinte dall’ intimo infinito.
La notte, trattiene a stento il respiro, mentre,
cattura gli attimi nella rete dell’eterno…
Dietro una nuvola, si spaventa la luna,
si spengono le stelle.
L’universo ha l’aria di ascoltare.
Poi,
esplode all’improvviso un gran dolore.
Disappunti interiori insospettati,
fan dell’ira lance e dei tormenti, fuochi.
Il buio par morire e, l’universo fuggire.
La luna ancora trema mentre,
le nubi traboccano di pianto.
Appare alquanto incolume la mia malinconia,
seppure il vento rigido, insiste nel mandarla via.
L’intimo del cielo nell’anima ritorna,
sigilla a nuovo ogni disperazione.
Luna e stelle riprendono a consolar la notte,
sì che l’eterno slega ogni attimo al suo tempo.
S’assopisce il cielo nell’attesa dell’aurora
e, nell’ultima nuvola svanisce la sua pena
e… la mia.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Massimo Tusa il 15/01/2010 12:20
    Molto bella. Dà il senso dell'infinito che sovrasta noi, che siamo infinitesimali.
    Si raggiunge l'apoteosi del gusto con l'ultima frase.
    Bacio
    Ciao
    Max
  • Anonimo il 02/01/2009 14:19
    magia del tempo.. tempesta e quiete.. uragano e sole.. guerra e page.. sorriso e pianto... sei stata molto brava..
    complimenti Aurora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0