PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'eclisse del mondo

trovami nella tua stanza
cercami finche' mi vedrai
sono al tuo fianco
la situazione necessita
di tutto il mio aiuto
la mia parsimonia e comprensione
stanco di sentire ogni volta
cosi' no
solo come vuoi te
e continuo rigirando lettere
pensieri emozioni
frustrazioni
depressioni
reincarnazioni
spesso si spesso fino all'ultimo
attimo del giorno prefissato

e ora cosa crolla nel buco terrestre
arrivano mostri tenebrosi e crudeli senza voglia di pace


tanto odio tra le persone, troppo
spesso e continuo
non funziona la famiglia
ma neanche il resto non puo' funzionare
perche' tutto è scontro
e morte e sesso cattivo
rabbia invidia
sfida
all'ultimo sangue
quindi tanto vale cavarsela
come si puo'
andare avanti tirando pugni nel vuoto
sperando di colpire una faccia qualche volta
e sperando la comprensione di un'allenatrice amorosa
e di avere un k. o tranquillo

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 30/12/2008 01:44
    Bellissima... emozionante... questi pugni nel vuoto... che meritano di andare a SEGNO... in una carezza... di una allenatrice amorosa... per rendere il ko... in un piccolo.. immenso.. OK...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0