accedi   |   crea nuovo account

Ad Emily Dickinson

Sono corso Emily
Al tuo capezzale
Ho letto la tua morte sul giornale
Mentre sulla pagina accanto
Una donna formosa giaceva sdraiata s’un fianco.
Ho letto la tua morte Emily
Compianta con fiori dove aleggiano api.
Nei meriggi parlavi di rose scarlatte,
Hai taciuto poi,
Quando il barbuto destino
Appeso il cappotto e posato il bastone
Si è affacciato al balcone d’onore.
[lo stridore lontano del trionfo]
Eri morta anni fa,
Poi sei morta di nuovo
In un ora fulgente,
Come mille di noi poeti
Senza aggiungere ancor turbamento
Al tuo sottratto fermento alla vita.

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 06/04/2012 11:19
    La mia vita assomiglia
    un po' alla sua,
    non posso che condividere
    questa sentita dedica,
    complimenti.

6 commenti:

  • Irene Tosi il 13/08/2012 17:53
    Bellissima! Ricorda una delle più grandi in assoluto!
  • Anonimo il 04/05/2011 16:19
    Bella l'idea ma non mi ha lasciato mollto. Bella da leggere e sentire, leggera e scorrevole.
  • S. Partagas il 04/01/2010 23:09
    Eccezionale l'idea della pagina accanto, riesce a descrivere un'intera scena.
    Notevole anche il balcone d'onore.
    Non è facile creare nuove forme.
    I miei complimenti.
  • Rodica Vasiliu il 19/01/2009 14:59
    Bella e sensibile come le poesie di Emily.. Piaciuta!! R
  • Fabio Mancini il 30/12/2008 08:55
    Emily, una delle mie preferite... Grazie, per aver acceso il suo ricordo. Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/12/2008 01:22
    Bellissimo omaggio... ad un grandissimo Poeta... poesie scritte... nell'oscuro miele luminoso... di una solitaria... Ape regina... in un giardino dai mille fiori... tutti amati da Lei... in ogni loro essenza...

    Complimenti... Vito...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0