PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

San Valentino

"Oh, Valentino vestito di bianco"
cantava il Poeta.
Ora il bambino vestito di bianco
è un adulto senza innocenza.
Si traveste da amore ma è mercenario.
Dolci ragazzi che vi amate
Scambiatevi carezze e baci,
sorrisi e sguardi. Intrecciate
le vostre mani e andate.
Andate lungo i fiumi, lungo le spiagge.
Sostate su prati odorosi.
Quando scende la notte, guardate
le stelle splendenti nel cielo.
Nessuno le può vendere.
Nessuno le può comprare.
La luce la regalano a chi sa amare.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Franca Maria Bagnoli il 22/06/2007 09:10
    Grazie, Sara per l' acostamento di questa mia poesia con le parole dolcissime di Papa Giovanni. È un accostamento che non merito, ma mi gratifica ugualmente. Un abbraccio. Franca.
  • sara rota il 22/06/2007 08:33
    Non so perchè ma fra queste tue righe mi è sembrato di vedere Papa Giovanni XXIII mentre diceva la sua famosa frase: "andate a casa e date una carezza ai vostri bambini e ditegli che quella è la carezza del Papa". Bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0