username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

IL PENDOLO

Non corrono più le sue lancette
non giocano più i secondi a rincorrere i minuti
non si innamorano più gli istanti
e non nascono più le ore.

È fermo il tuo Pendolo
mio amato nonno
e non chiedermi di farlo vivere ancora
perche' non voglio sentire più il suo suono
non lo voglio quel battito
se il tuo cuore non batte piu'?!

Fermo alle undici
quell'ora maledetta che ti ha portato via!
Nessuno più lo tocchera'
nessuno più fara' del male al tuo cuore
non ho potuto proteggerlo
ma il tuo pendolo mio amato
nessuno lo portera' via dalla tua casa
e' rimasto al suo posto
so che tu lo puoi vedere ancora.

Perdonami se non gli dono più musica
ma la sua musica eri tu
anche il pendolo rimane in silenzio
come se ti avesse amato anche lui
quel silenzio che porto dentro
e che sembra meno spietato
solo se penso che ora
tra le braccia del Nostro buon Dio
il dolore non ti raggiunge piu'
cosi' mi illudo
di trovare un po di pace nel cuore
ma mi manchi
e quel pendolo che non suona
mi ricorda ogni volta
che non ci sei piu'.


(a mio nonno)

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Annalisa Benevelli il 25/04/2007 11:47
    Molto bella... complimenti!!!!!
  • Lavis Pin il 29/03/2007 06:30
    Stupenda capisco benissimo i tuoi sentimenti...
  • Veronica Futura Bullian il 06/01/2007 15:11
    La poesia è proprio bellissima. Bravissima! Ciao.
  • IvaDiva il 26/09/2006 15:19
    sono convinta che tuo nonno abbia letto questa poesia nel tuo cuore prima ancora che tu la scrivessi! Brava! Ciao. Ivana.
  • Argeta Brozi il 12/08/2006 13:27
    Non è vero. Lui non c'è, ma è nell'aria che respiri, ci sarà sempre e dovunque.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0