username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lacrime dall'inferno

Silenti brividi
D’ una meccanica distorta
M’ inseguono
Ancora ricordo
Il sapore delle tue lacrime
Ed ogni istante dei nostri silenzi…

L’autunno è alle porte,
dissolvenza vegetale
dei nostri sapori erranti
Miserabili astrazioni
Riaffiorano ad ogni arguto risveglio
Dai volgari insulti

Tenebre oscure
Percorrono le nostre vite
intessute di ricordi

Mentre struggenti realtà sommerse e innominate
Mi spezzano il cuore
Il profumo della china
s’impossessa del tempo
ed ogni sospiro è fatale
Se potessi rinascere vorrei incontrarti ancora
E rivivere ogni attimo
Anche se la mia vita fosse breve
Incarnato nel più meschino insetto
Non me l’immagino senza di te…

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • alberto accorsi il 26/02/2009 16:13
    Bella poesia ;forse avrei tolto l'ultimo verso, pleonastico.
  • Ada FIRINO il 26/01/2009 09:26
    Bellissimo finale, questo sì che è Amore! Splendida poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0