PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il doppio raggio Uomo d’un cerchio P greco

Un raggio
di Sole
è
la nostra tangente

tangenziale di Cielo
in quattro corsie terrestri
di un quadrato sferico

Toccante
i cerchi
in misteriosi archi
Universali

Diametro
e metro

misurano
l’area infinita
dell’Uomo

in un cristallo
di vetro

Finestre
profumate
da gialla ginestra

profumano

i nostri sublimi
doppi corpi

in volti
primaverili
gentili

splendidamente
affacciati
sulla Vita!!!!

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Vito Bartalesi il 02/01/2009 18:34
    Complimenti Vincenzo, una bellissima poesia che spinge a riflessioni ed ad immagini profonde.
  • Anonimo il 02/01/2009 18:08
    Buon anno anche a te Vincenzo!!!!! Bellissima poesia e grazie dei tuoi commenti. 1 abbraccio Monica
  • claudia checchi il 02/01/2009 16:38
    ciao che bella, che dico bellissima... sei troppo bravo. con affetto Claudia
  • Anna G. Mormina il 02/01/2009 11:28
    ... io in matematica andavo male, ma in questa tua poesia, di raggi solari, di cristalli e profumi di ginestre, riesco a trovare la mia soluzione:Amore per la natura, per tutti... è splendida!... un baciorooo! :o*
  • max22 - il 02/01/2009 10:33
    Bella!!
    Max

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0