PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

senza titolo

sotterrato
immobile
statua


le parole non scalfiscono nulla
l'odio non esiste piu'
la liberta' è solo una prerogativa viziosa
non mi interessa piu'


stufo
stanco
malato
sporco


dentro... io, solo


e non si riesce ad uscire da questa stanza
piena di spigoli e senza ragioni plausibili


rifletto nel vuoto di emozioni che ho procurato


autolesionista
suicida di ogni attimo
speranze fittizie
amicizie scolorite
fingendo per sempre
qualcosa che non sono
qualcosa che non ero


fingendo
sempre
per sopravvivere... per rinascere

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • eleonora davoli il 19/01/2009 16:57
    quello che ho pensato appena finito di leggere la tua opera è "io credo" (non in Dio intendo, ma in un senso generale.. penso tu abbia capito perfettamente)
    ele
  • Anonimo il 18/01/2009 16:49
    Mi sono rivista in molti tuoi versi... sto vivendo le tue stesse sensazioni, credo...
  • Vincenzo Capitanucci il 03/01/2009 02:52
    Deluso... ma con una innata speranza... un suicidio... in ogni attimo... per rinascere.. in quel che è... e che io Sono...

    Bellissima...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0