PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tango

Così mi accosto a te,
in balia delle note, in un intimo tango.
Le corde del violino mi stringono a te
con suppliche struggenti.
Il tormento d’amarti mi stringe, mi solleva
e sulla punta dei miei piedi,
io perdo il fiato.
Accosto il mio viso al tuo,
svelando la mia brama,
di un unico respiro, respiriamo.
In un solo corpo danziamo,
amandoci o no,
nell’abbraccio di una fulminea passione.
Poi, d’improvviso,
un fuggevole indugio,
appena il tempo di scrutarti dentro,
nell’anima.
Un attimo,
per rapir quel tuo piglio confuso
tra la mia indomabile euforia.
Un dolce abbandonarsi per la follia di stringersi,
ancora, ancora, ancora,
fino all’ultimo sussurro dell’ardore.
Così mi scosto da te,
con l’angoscia d’ allontanarmi troppo
ma, il mio corpo freme nell’assenza del tuo.
Ora, mi pare impassibile il tuo senso
sì che questo timore mi squarcia dentro
e ti supplico, avvinta ai tuoi piedi,
come se da umile il tuo cuore meglio mi possa ascoltare.
Si sciolgono le corde del violino risucchiati dalla fine e,
questo silenzio di continuo mi seduce,
suda il mio petto, suda,
ora, tutto il mio corpo, di me non ha più onore.
“Prendimi” ti grido, ma tu ormai…
Sei già lontano!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Claudio Amicucci il 04/02/2009 21:37
    Originale! Ma piacevole aleggersi con un finale sorprendente: ah l'amore prendersi e lasciarsi, come nel ballo. Nel balo come dici tu, ilfinale è a sorpresa e nella vita?. Ciao Claudio
  • ANNA MARIA CONSOLO il 04/01/2009 16:59
    Grazie per i commenti e per chi fosse appassionato di tango... ci si lascia e ci si prende.. con passione... per tutta la durata del ballo... il finale naturalmente è sempre a sorpresa!
  • Anonimo il 04/01/2009 09:34
    Si sentono i violini! È unica, bellissima, travolgente... come il tango!
  • Vincenzo Capitanucci il 04/01/2009 05:08
    Bellissima descrizione di un intimo Tango... di due corpi che si fondono in uno... in attimi di sensuale passione... fino alla rottura delle corde del Violino... con finale originale... che torna all'origine dell'essere... forse Lui... non voleva per volare.. solo la tua passione... ma anche il tuo più profondo Amore...

    Estes Hombres... pident todo... a la loro mujer... cuerpo y alma...
  • Fabio Mancini il 03/01/2009 23:32
    Che peccato! Proprio mentre tu gridavi: "Prendimi!" lui si allontanava. Io invece ti avrei sentita... Probabilmente non è solo una questione di udito fine... Comunque ben scritta. Complimenti. Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0