accedi   |   crea nuovo account

La Bestia.

Mi nutro dell'odio
addormentato
fra i tuoi fragili
pensieri
che disegnano
cerchi di niente
nell'aria stanca.
Ti osservo cedere
alla furia
del mio immenso potere
e ti accasci
distrutta
tra le lenzuola
che tua madre
con cura
ha smacchiato.
Sorrido
se ti sento mentire
se ti sento gridare
e rinnegare
lo specchio nemico.
Guarda
Guardati bene.
l'immagine che soccombe
alla noia
sei tu.
Ed io maneggio
le redini
del tuo corpo
stremato
e della schiena ricurva.
Sputa quello
che ingoi,
dimentica i sapori
del mondo che incontri.
Zucchero e miele
sale e menta
lacrime e pelle.
Mi nutro di ciò che non tocchi.
Ti voglio più magra
più scarna
pallida a gelida
fino al delirio.
ed ancora più magra
ancora
di più.
Io sono la bestia
che ti prende
per mano
e
per i capelli
bagnati,
e ti accompagna
in un mondo
di acute bugie
e
non ti fa respirare
e ti lascia soltanto
una voglia assoluta
di vedere riflessa
per sempre
la tua scheletrica immagine.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Alice Solari il 22/03/2011 19:31
    Senza parole... complimenti!
  • luisa berardi il 02/12/2010 09:45
    grazieeee
  • Martina Bianchi il 27/09/2010 18:14
    Veramente bella e realistica.. Complimenti!
  • Salvatore Mercogliano il 10/11/2009 23:36
    sinceramente bellissima, una poesia che ti cattura e ti trascina "in un mondo di acute bugie".
  • Nicola Saracino il 12/02/2009 14:31
    Profonda, con immagini vive e vere. Nicola
  • ANNA MARIA CONSOLO il 05/01/2009 17:49
    Conosco quel genere di "bestia" e tu lo hai descritto con maestria, brava, Anna
  • Vincenzo Capitanucci il 05/01/2009 08:15
    Mi nutro dell'Odio... in cerchi di niente... ma che vuoi l'osso... del mio scheletrico osso...

    Bellissima... fragili pensieri... acute bugie... che fanno male... se non fossi una bestia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0