PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

oracolo

Parla donna!
Dimmi se ancora agosto
Luccicherà la mia pelle
Dimmi se inverni
di iene affamate
E neri corvi
Mireranno ai miei occhi
Dimmi se mani rudi
Tasteranno questa carne
Immobile
Dimmi se nel mio odore scorgi
Sentieri di buio
O voli retorici
Dimmi se senti
Nella mia voce arrochita
Miliardi di vetri in frantumi
Dimmi se sul mio collo
Compaiono i segni
Del bacio fatale
O quelli del tempo inumano
Dimmi se la rosa che toccherò sfiorirà
E se mi fuggirà la lucciola
Dimmi chi prenderà in consegna
I miei resti di anima
Parla donna, non guardarmi così!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 10/01/2009 18:38
    Che bella!
    "o voli retorici" "tasteranno questa carne immobile" mi sono piaciuti moltissimo
  • Anonimo il 08/01/2009 23:47
    Domande intense, taglienti e... poste sempre al negativo, cioè senza alternativa, quasi ad anticipare risposte impietose.
    Bella poesia Elena. Ful
  • Anonimo il 05/01/2009 22:44
    Molto sofferta, concordo con Donato... direi epica "parla donna..."
    Piaciuta.
    Marilena
  • Donato Delfin8 il 05/01/2009 10:26
    Sofferta! Bella grazie a presto
  • Vincenzo Capitanucci il 05/01/2009 06:45
    Il tuo odore sorge... da Sentieri bui... cola l'Ora... in tempi dai silenzi sovraumani...

    Frammenti di lucciola...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0