accedi   |   crea nuovo account

Genotipo indistruttibile

Tramortiti
nell’oscurantismo
di due ombrosi
monti solari

rotte
le acque
dei dirupi
lunari

liberanti
le aberranti
opere
dalle ombre
del giorno

risorgono
i geni
in picchi
di luce

in un calda
festosa
magica
lampada
d'alambicco

trepidante
rosso
tramonto
distillato
nelle nere gocce
della notte

dalle primordiali
infrastrutture
scoscese

alla valle
lucerna

dilatata
partoriente

nella coscienza
sopraffina del mondo

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 19/09/2009 14:30
    Un'affascinante visione astrale della coscienza di questo nostro mondo, secondo me, non del tutto sopraffina...
  • Anonimo il 05/01/2009 19:15
    Hai questa visione cosmica che m'affascina, gli elementi, non esistono...
  • ANNA MARIA CONSOLO il 05/01/2009 17:41
    Ma quanto sei geniale! Di te mi piace questo gioco di ombra e di luce in cui ci puoi vedere i colori più fantastici. Ciao, Anna

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0