PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A QUEI SOLDATI

A quei soldati conosciuti alla tv
rivolgo il mio pensiero,
ricordo di una guerra
che non si doveva fare.

Triste immagine,
di morte e di sangue
in paesi lontani:
“Così muore un italiano”,
e così moriamo tutti noi.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 12/03/2010 19:22
    Molto bella e sentita, Complimenti
  • Riccardo Brumana il 17/03/2007 01:00
    ci sono mali per cui l'aspirina non basta, ci sono piaghe che vanno tolte, recise prima che infettino altre parti. certo un mondo senza guerre è il sogno di ognuno, ma non puoi farti travolgere dal treno solo perchè "sarebbe bello se il treno non esistesse"
  • augusto villa il 15/11/2006 12:09
    Bello scritto... e bello pure il concetto... ti ho dato 10 per tirarti su la media... evidentemente non tutti la pensano come noi e fraintende il contenuto con la composizione... bah... Ciao! Hai letto la mia "Cane sciolto"?
  • Argeta Brozi il 08/11/2006 11:01
    triste e comprensibile ma migliorabile, non poesia certamente.
  • LAURA B. il 21/06/2006 00:15
    NON è UTOPIA, IL PENSIERO ESPRESSO IN UNA POESIA.
    TANTE GUERRE NON NE GIUSTIFICANO UNA IN PIù CHE SI POTEVA EVITARE.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0