PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nuvole

Un sole quasi caldo e un venticello fresco
non può bastar per dir ch’è un giorno bello;
le nuvole che adombrano questo giorno,
son nuvole che pioggia non ne danno.
Son cariche di mille sensazioni,
di attimi struggenti e di tristezze,
con lampi di stranezze e assai buonsenso,
di cose che non torneranno più.
Son cariche di Amori, i piu’ diversi,
che son durati solo, un giorno solo,
che son durati tanto, e son finiti,
che sono ancora qui e son piu’ forti.
Son cariche di sogni a più grandezze,
che son saliti in alto o son caduti ;
brindando tante volte a fiele amaro,
e qualche volta pure con champagne.
Son cariche di notti ad occhi aperti,
dove a fatica s’è legato il pianto,
per scioglierlo, a liberarsi il cuore,
quando fini’ la notte e nacque il sole.
Son cariche di addii senza preavviso,
e di dolori lunghi... poi finiti;
di alberi grandiosi senza rami,
che piano piano stanno ricrescendo.
Son cariche di lacrime furtive,
e calorosi abbracci,
a suggellare quel che un giorno fù;
ad ogni ritrovarsi è quasi festa...,
ad ogni volta uno in meno c’è.
Oggi... queste nuvole son tante
in gruppo, in fila... come quando a scuola,
se c’era ricorrenza o festa grande,
a far cornice bella ci portavano.
E quelli eran si... giorni felici!;
non avevamo niente e non ci mancava nulla:
ma l’acqua sotto i ponti è stata tanta,
il tempo ha fatto i conti e li presenta.
Il giorno sta finendo e s’è nascosto il sole,
in mezzo a qualche nuvola del cielo;
la festa che non c’era è terminata,
ed una ruga in più fa capolino.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Donato Delfin8 il 09/01/2009 20:25
    Bella come al solito grazie a presto
  • Maurizio Lombardi il 07/01/2009 16:48
    complimenti davvero! capisco le tue sensazioni perchè anche io le ho provate, seppur in forma molto più attenuata, e per questo sono riuscito ad apprezzare molto il tuo messaggio. ancora complimenti!
  • ANNA MARIA CONSOLO il 07/01/2009 14:36
    Ma come facevano quelle nuvole lì a non scoppiare? Mi sembrano alquanto cariche... come i tuoi polmoni che tanto contengono... devi avere un bel respiro Marcello! Come quel giorno bello! Grazie per i tuoi versi e per le tue dediche, un abbraccio!
  • Giuseppina Iannello il 07/01/2009 14:34
    Poesia bella e struggente a causa del tempo che inesorabile passa... Molte le emozioni che rivelano la personalità del poeta, sensibile ai mutamenti della natura che lasciano il segno.
    n. b. le lettere accentate sono più belle di quelle con l'apostrofo, anche se ora sembra di moda il contrario (mio parere).

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0