PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I Colori e le persone più vicine - Storia delle castagne

Mamma...
Idealmente ti vedo
con un vestito a fiorellini azzurri
sul candore prezioso dello sfondo;
sei giovanissima e bella;
mi prendi per mano
ed io ti chiedo quasi in sussurro:
"Mamma cos'è l'azzurro, dimmi
cos'è per te in poesia?"
Tu mi rispondi: "L'azzurro è la poesia,
di spazi infiniti, di persone
nostalgiche invocate,
l'azzurro è amore."

Zia...
Idealmente ti vedo zia Maria,
presso la grande finestra;
chiari i capelli e gli occhi
acquamarina.
Tu con il filo rosso,
continui all'uncinetto
il tuo lavoro; so che vuoi fare
uno scialle che a me vuoi regalare.
Mi avvicino e ti chiedo:
"Rosso, che cos'è il rosso
per te in poesia?"
Tu mi guardi e rispondi:
"A me il rosso piace,
per me è amore,
ma, anche, nostalgia."
"Io so che stai pensando
ai garofani, ai gerani
che ornavano il balcone
della casa, là nella dolce Baviera."

Nonna...
Mi vieni incontro con
le tue trecce castane
raccolte sulla nuca
con i tuoi occhi
buoni con il tuo sorriso;
hai una valigia,
è marrone e custodisce
tante cose belle;
io mi avvicino,
ti chiedo: "Nonna cos'è
in poesia per te, il marrone?"
E tu rispondi:
"Il marrone, è una castagna
innamorata; ha un cuore mite

12

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • ANNA MARIA CONSOLO il 26/01/2009 11:29
    Anch'io vedo la vita a colori... il mio terzo libro "Un coccio di arcobaleno" descrive proprio tutti i colori tenendo per mano da una parte una persona e dall'altra il sentimento che lo tinge... se ti va.. ed. Il filo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0