accedi   |   crea nuovo account

Il mio mare

Percorro con lo lo sguardo l'orizzonte,
dove il cielo col mare si confonde;
è tutto calmo e s'ode la risacca,
il ridere delle schiumose onde.

Vele lontane gonfie di vento
solcano l'acqua altere ed eleganti;
escono i pescatori e vanno al largo
su barchette leggere e beccheggianti.

Poderosi e silenti sopra i flutti
si stagliano, severi guardiani,
i faraglioni dalla pietra scura,
sorvolati da candidi gabbiani.

Banchi di alghe qui vicino a riva
offrono al sole ondeggianti danze,
danno riparo a ricci e pesciolini,
vive nell'aria lasciano fragranze.

È un quadro, una melodica poesia,
che non mi stanco mai d'assaporare;
un prodigio che solo la Natura,
potenza misteriosa, sa operare.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 30/01/2009 20:17
    Hai dipinto un quadro di una delicatezza estrema che ti coinvolge al punto che sembra di passeggiare lungo quella riva e di sentire il rumore del mare.
    Hai uno stile pulito e chiaro, senza fronzoli che fa apprezzare molto le tue poesie.
    Un abbraccio...
  • Dolce Sorriso il 12/01/2009 23:57
    bellaaaa
    sei grande dolce poeta,
    la tua ricchezza è la dolcezza
    di ogni parola,
    giunge a noi forte e chiara
    bravoooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0