PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ho paura della montagna

Ho paura della montagna.
Essa mi guarda.
Mi rassicura il vento
che nei secoli la scava.
La luna mi rattrista,
scopre i suoi fianchi e il suo pube.
Mi congela il ghiacciaio
acqua eterna come statua irregolare
che da secoli
siede comoda e vigile.
Hai paura della montagna?
Una croce ti guarda,
quel simbolo di morte,
quel dito tra la terra e il cielo
che sorregge il firmamento,
ostacolo di ferro tra la pace
e il cielo popolato dai fulmini

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ANNA MARIA CONSOLO il 09/01/2009 17:28
    Un attimo... catturato... è il nostro destino o fato?
  • elena cidda il 09/01/2009 14:08
    Come ti comprendo... provo le stesse sensazioni di fronte alla montagna, di oppressione intensa e pericolo costante.
  • Vincenzo Capitanucci il 09/01/2009 11:30
    Da secoli... il Vento... che la scava... ci scava... una cava... dove la luna precipita... in un pube gigantesco... dove la ragione si perde... in fulmini di passione... attraversando una croce... quel saluto al Sole... legge sacrificio ed inno di libertà del firmamento...

    Stupenda Andrea...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0