accedi   |   crea nuovo account

Esperidi sperando ridi

Una stanchezza infinita
sulle mie spalle d’Atlante

il peso leggero
in un manto di neve
di un mondo finito

caduto
a fiocchi
nel freddo
incomprensibile

La terra sembra essersi
vestita di un luttuoso
abito da Sposa

lo scioglierà
il primo raggio
in Sole

nella calda carezza
d’una stretta di mano

Tesa
in intesa

riportando il tuo corpo
alla sua primaverile nudità

al frutto d’oro
dei tuoi anni fioriti

Un fiore d’azzurro cielo
si è appena creato
nei miei occhi
per Te

da Sempre!!!!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Grazia Denaro il 19/02/2012 19:28
    Splendida poesia e splendida dichiarazione d'amore. Apprezzata!
  • Anna G. Mormina il 10/01/2009 18:30
    ... aspettiamo con impazienza que primo raggio di Sole... con la sua calda carezza!
    Splendida! :o*
  • Nicola Saracino il 09/01/2009 21:04
    Si è appena creato da sempre... in questa neve che muove un tempo fermo saltella ogni logica sequenza di eventi al crepitio del fuoco. E i contrasti si compongono nel sempre. Un Vincenzo che volteggiando tende la mano... in intesa. Vissuta. In pieno. Nicola
  • giuliano paolini il 09/01/2009 20:21
    la fatica si accumula e la tristezza e il peso della comprensione ma anche la gioia dello spostarsi e far scivolare l'orgoglio fuori dalla seggiola. non arrenderti alla logica della fatica oppure fatti una bella tagliatella all'ortica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0