accedi   |   crea nuovo account

Le faccende della morte

serena è la morte, che aspetta nel mondo
conosce qualcosa, non ha mai studiato
risale e riscende, non ha mai la pace
ritorna per dare a qualcuno la fine

la morte scorrazza e non guarda nessuno
puoi essere bello, ricco, forte, famoso
ma lei è una sola e crede in se stessa
da quando la luce nel mondo si è accesa

le ali infuocate che si porta con se'
la fanno risplendere a grande distanza
la vedi lontano, la stella ancestrale
che risplende su ogni essere, cosi' individuale

la morte sconfigge anche prima del tempo
ti prende e ti succhia come vuole
siamo solo sigarette accese e inspirate
cio'che ci rimane e' la cenere degli atti

la morte è tristezza, gioia, finalita'
crescita profonda, rumore e puzza
le ossa sono i nostri certificati incastrati
la chiave del passaggio del nostro operato

seduta sulla sedia del lago della sorte
la pazienza attende, con i capelli grigi
la fortuna colora un barattolo di piselli
e la morte si ubriaca aspettando il momento

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • romana il 27/07/2013 00:02
    la morte scorrazza e non guarda nessuno
    puoi essere bello, ricco, forte, famoso
    ma lei è una sola e crede in se stessa
    da quando la luce nel mondo si è accesa. Versi di una grande simpatia
  • eleonora davoli il 19/01/2009 16:44
    credo che io e te avremo parecchie cose di cui parlare anche se avrei forse usato un lessico diverso, il tema ci appartiene in egual misura. spero passerai per leggere i miei scritti
    ele
  • Vincenzo Capitanucci il 10/01/2009 16:23
    La morte sconfigge anche il prima del Tempo... un esercito di morti-vivi... scorazzano.. in corazze di ferro...
    la speranza... è in un verde pisello... è la morte s'ubriaca... aspettando... il momento... di vivere... oserei dire...
    Strane faccende... misteri... in questa antitesi della vita... dicono che sia... la più assurda menzogna... ma è anche a volte una madre spietata... pietosa...
    Piaciuta molto... Alessandro... meditazioni... riflessioni.. che ci accompagneranno... fino al Lago della Sorte... fino ai suoi due sublimi fiumi... uno che entra... l'altro che esce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0