PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Azzurro

Sorride la brina che è già giorno,
mentre fremendo ne annuncia il ritorno.
Si svegliano i campi nel sole
spargendo nell’aria profumo di viole.
Gli uccelli in volo con grande clamore
rivelano al mondo il loro umore.
Bisbiglia il fiume con le sponde
e trattiene il mare le sue onde.
E quando tiepida giunge la sera,
riscopre ancora, nell’aria leggera,
la danza esultante della primavera.
Giungono gli occhi alla meta del sonno
e dal cuore si alza un nuovo sogno
che accende di luce quell’infinito
che ognuno nell’intimo ha ben custodito.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 17/11/2010 20:26
    una bella descrizione... con versi in rima semplici ma veri e ben inseriti nel contesto della poesia
  • Anonimo il 17/11/2010 19:45
    bella davvero!! mi ha colpito subito!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0