accedi   |   crea nuovo account

Anime nell'oblio

Seduto in una sedia, dietro la finestra
guardi i rami di un'albero, sballottati dal vento
prendi la penna, e il tuo blocco note
cominci a disegnare ghirigori
strane linee, che non hanno senso
per te però c'è l'hanno, sono certo
d'un tratto scoppi a ridere, come un bambino
ti alzi dalla sedia saltellando
ti guardo rassegnato, prendo un bicchiere
sei stato bravo Giovanni
prendi, è l'ora della medicina.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 12/01/2009 07:24
    Disegnando grigiori...
    Struggente... Una... fra le tue migliori poesie... Francesco...
    Complimenti... per questa delicatissima descrizione... di Anime... che sprofondano nell'oblio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0