PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiamme d'Inferno!

Sento i suoi capelli
accarezzarmi il volto
e la vista annebbiarsi
sotto il tocco delle sue mani
calde, in cerca di me.
Signore, scacciala dalla mia mente
lei che è fuoco e Inferno
lei che incanta e mi condanna
io che l’amo più della mia anima
Signore, annienta la gitana!
Perché il tormento che sento
scuote le mie notti
e le mie vene pulsano accelerate.
Signore, annienta la gitana
prima che questo uomo
si perda tra le fiamme!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Fabio Mancini il 13/01/2009 21:52
    Caro, Donato, ti do pienamente ragione. Vivo per la bellezza! E nella bellezza c'è una parte di Paradiso. Un saluto affettuoso, Fabio.
  • Donato Delfin8 il 13/01/2009 13:12
    Certo ke se nn c'e' una reale Gitana.. figuriamoci quando ci sara' ...
    a si nn sara' l'inferno ma il paradiso no?
    bella. grazie a presto
  • Fabio Mancini il 12/01/2009 22:45
    Sei molto simpatico, Solo Commenti. Strano davvero che ti abbia scoperto solo adesso. Oppure ti ho scoperto proprio in virtù del fatto che ho detto la parolina magica? Saluti, Fabio.
  • Solo Commenti il 12/01/2009 22:02
    Fabio, sono la voce del dio del tuo sito. Ti sarà tutto concesso, gitana subito e poi il paradiso degli scrittori, se rinunci a propinare al mio popolo il purgatorio dei tuoi versi. Come penitenza dovrai darti un pizzicotto ogni volta che accarezzi fantasie sull'inferno.
  • Fabio Mancini il 12/01/2009 21:37
    Grazie, Bruno. Sono contento che tu abbia apprezzato questa atipica composizione. Ciao, amico. Fabio.
  • Fabio Mancini il 12/01/2009 21:35
    Grazie, Lucia, se la gitana produce questi effetti, starò attento a tutte le gitane. Un bacio sulla tua fronte geniale! Ciao, Fabio.
  • Fabio Mancini il 12/01/2009 21:33
    Grazie, Nicola, del tuo interessamento. Nella mia vita non c'è nessuna gitana. E forse questo il mio peggior peccato! Ho invece voluto rappresentare la passione tormentata per una donna, nella quale si sentisse il trasporto, la contaminazione epidermica, simile ad una maledizione. Lo zolfo finora ancora non l'ho provato. Grazie, Nicola della tua presenza. Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 12/01/2009 21:33
    Piaciuta come sempre, Bravo Fabio.
  • Anonimo il 12/01/2009 17:42
    mmmmmmh... qua si mette male, ragazzo...

    prova con un padre spirituale...
    (ma me sa che... detto alla romana, non hai molte speranze!)

    ciao, caro! sta in campana... attento alla gitana!
    Lucia
  • Nicola Saracino il 12/01/2009 17:35
    Una gitana, amata più dell'anima, diventa fuoco d'inferno... Chi è questa gitana da annientare? Questa entità così violenta da farti sentire in odore di zolfo?
    Nicola

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0