PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sei felice?

Ti ho visto sulla strada
lunga e desolata nel deserto
vagavi senza meta
solo con la tua decisione di partire
dietro solo la tua vita
fatta di quotidianità
fattà di solide certezze
fattà di un buon futuro
È questo che ti si chiede ad uno come te.
Buoni studi, un buon lavoro
la certezza di una carriera
Un bravo ragazzo di buona famiglia
Chino sui libri fino alla laurea
poi chino su una scrivania fino alla pensione
e infine chino sulla tua sedia a dondolo fino alla morte
Una vita tranquilla, con l'unica paura di una crisi economica
o di un lutto famigliare prima del tempo dovuto
Ora che sei lo stereotipo dell'avventuriero sei felice?
Ora che hai perso le regole della tua società
sei felice delle tue nuove regole?
Sei felice di una vita insicura e piena di rischi?
Ti ho visto, e un po' mi facevi pena
quell'aria stanca, quei vestiti un po' sporchi
quell'aria "da scappato da casa" come diceva tua madre
Chi sono ora i tuoi amici? In quanti hanno cercato di rubarti lo zaino?
Ora che la tua cena non è che la carita di povere donne, ora che i tuoi pranzi
sono frutto di lavori di un giorno, hai ottenuto quello che volevi?
Ora che hai visitato i continenti all'interno di navi, di camion
non più su veloci aerei e buoni automezzi
ora sei felice?

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0