PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alla corte dei miracoli

Alla corte dei miracoli
puoi comprarti sogni
e con pochi spiccioli
sentirti ricco.
Alla corte dei miracoli
accadono prodigi:
vedi lacrime trasformarsi
in sorrisi
bambini spensierati
inseguire aquiloni.
Alla corte dei miracoli
vedi fatti raggelanti:
delinquenti incalliti
diventare santi!

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Dolce Sorriso il 15/01/2009 22:49
    bravo Fabio
    parole sempre uniche
    piaciuta moltoooo
  • Fabio Mancini il 15/01/2009 22:10
    "L'Unto di Arcore" è un soggetto che ben si abbina alla corte dei miracoli, in quanto anch'Egli cortigiano con poteri miracolistici piovuti dall'alto. Il giorno in cui i suoi piedi scivoleranno dai suoi plantari interni rialzati, il mondo vedrà la sua reale statura e quello che sembrava un uomo normale apparirà come un nano. Mi Coonsenta un saluto Donato? Ciao, Fabio.
  • Donato Delfin8 il 15/01/2009 12:48
    Scusami Fabio ma ci stava anche bene per "Unto di Arcore"
    no? Con ironia (al negativo!!) ... a presto
  • Vincenzo Capitanucci il 14/01/2009 12:40
    I Bambini Aquiloni... vivono sempre alla Corte dei Miracoli...

    Bellissima Fabio... hanno gli occhi... in volo...
  • Anonimo il 14/01/2009 08:48
    fabio... sempre un'emozione..
  • Cinzia Gargiulo il 14/01/2009 08:33
    Magari fosse possibile!... Ci vorrebbe proprio questa "corte dei miracoli".
    Bella composizione!
    Un abbraccio...
  • Fabio Mancini il 14/01/2009 07:31
    Ciao, Donato. L'hai mai visto il musical: Il gobbo di Notre Dame? Alla corte dei miracoli, era uno dei tantissimi brani. Così come le mie ultime due composizioni sono stale liberamente tratte dal musical. "Fiamme d'Inferno" era il titolo di un altro brano recitato del controverso Frollo. "Luci del Paradiso" era invece recitato dal gobbo. Questi ultimi due brani li ho rienterpretati in forma poetica, immedesimandomi nei loro personaggi, mentre "alla corte dei miracoli" l'ho completamente rivisitato. Solamente nella chiusa c'è un leggero riferimento all'opera originale, ma un piccolo riferimento poteva pur esserci. Ciao, Fabio.
  • Donato Delfin8 il 14/01/2009 00:42
    HIhI.. ogni Unto riferimento e' puramente.. voluto!! AHAHAAh o sbaglio?
    bella grazie a presto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0