accedi   |   crea nuovo account

Il nido di pietra

La, dentro remote stanze,
ce ne staremo in un angolo,
io e te, separati dal mondo.

Il freddo non ci farà tremare,
perchè i nostri corpi saranno uno.

La cattiveria degli altri,
si infrangerà sugli ampli muri.

Da lassù noi rideremo
dell'invidia che laggiù si dibatte,
impiastrata nella sua bava verde.

Guarderemo i fantasmi venire,
e attraversare i nostri corpi.

Ma i nostri cuori vicini,
nemmeno di quelli avranno paura.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 23/03/2009 13:01
    il tuo nido di pietra lo vedo più come una metafora, non un luogo fisico ma un luogo immaginario, lontano dalla realtà vera, forse una realtà diversa. un nido di pietra come il luogo del sogno, una fortezza per i nostri pensieri, per i nostri desideri... sarà questa interpretazione che mi fa leggere nella tua poesia una tristezza che forse non c'è. peccato che questo nido sia di pietra... inespugnabile... irraggiungibile... sia nel male che descrivi, sia nel bene che si potrebbe desiderare.
    Miranda
    p. s. almeno i cuscini sono morbidi?! tanto per sdrammatizzare!
  • Pablo X il 16/01/2009 15:52
    Eheheh Annamaria è una poesia non un gol!
  • ANNA MARIA CONSOLO il 16/01/2009 15:37
    EVVVAIIIII!!!!
  • Vincenzo Capitanucci il 16/01/2009 05:43
    Nell'unità... di un gioiello... dai due corpi in Uno... più niente può entrare... ne impurità... ne invidia...

    Fantasmagorica...
  • Anonimo il 15/01/2009 23:30
    uno scritto che trattiene una forza nascosta nella poetica, che si esprime tutta nella chiusa.
    Complimenti, Tiziano.
  • Fabio Mancini il 15/01/2009 22:23
    Molto bella Pablo. Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 15/01/2009 22:23
    Mi è piaciuta tanto.
    Quando due cuori si ritrovano, niente può far loro paura.
    Belli ultimi 4 versi.
    Ciao
    Angelica
  • Anonimo il 15/01/2009 20:30
    Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0