username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

il viaggio della mia faccia

Sono in Viaggio della mia nascita,
strappato dal sole in mezza terra povera.
Dove un canto e fame di sera,
Seguono il sonno nel letto riempito di cotone.
Odori inzuppano l’anima,
Sogni crescono di giorno,
La notte sono in silenzio.

Sono la mia faccia.
Del dolore ho capito tutto.
Sorrido con occhi chiusi.
Quando cade pioggia inclinata,
Mi rivolgo al cielo con la mia faccia.
Vedo quelli sassi sul fiume,
cambiare il loro colore.
Ascolto loro solitudine fare,
le storie del mio viaggio.


Fino il Gerusalem dal Sayadri nell’india,
vento sale con i suoi profumi,
dove nasconde il mio passato.
La luce ha portato altre strade.
farmi felice del mio viaggio.
Mi strappo dalla mia storia,
dal mio nome,
Dal mio essere.
Vorrei che tu Scrivi sulla mia faccia
Il mio viaggio e la sua pace.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Raju Kp il 17/01/2009 06:40
    Grazie tutti, troppo gentili

    Raju
  • Anonimo il 16/01/2009 09:57
    "Del dolore ho capito tutto.."Quanto è vero Raju.
    Grazie.
  • Vincenzo Capitanucci il 16/01/2009 00:00
    Stupenda... Raju... nella mia Terra... di mezzo... berrò l'acqua della pioggia... inzupperò la mia Anima... animando il mio Volto di un sorriso... dove Tu scriverai con lettere di Fuoco... il mio essere di Pace...

    Namaste...
  • Dolce Sorriso il 15/01/2009 22:24
    sei sempre molto bravo,
    le tue emozioni sempre profonde
    bella
  • Anonimo il 15/01/2009 20:30
    Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0