PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mia Stella!

Quando ti ho incontrato i miei occhi ti hanno riconusciuta prima di me,
ci conoscevamo già, come io mi conosco.

Il tempo ha fatto sbocciare tanti fiori nel nostro giardino
con il tempo siamo cresciuti insieme.

Il vento che ci trasportava mano nella mano ha cambiato direzione,
difficile volare contro vento! arduo per me e per te.

Il mio cuore è illuminato dalla tua luce,
ma le passioni seguono a caso la rosa dei venti,
come selvaggi cavalli indomabili! Dilemma Shakespeariano!


Lascio allora alle onde il compito di trasportarmi
come fece Ulisse, nella sua odissea!

Nella notte profonda, volgendo sguardo al cielo,
cerco la via di casa e vedo solo te la in alto, Stella Polare!
Tutto ora mi è chiaro!
Riconosco la strada, come quel vento,
come i tuoi occhi la prima volta, e per sempre!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Cinzia&Donato A4Mani il 28/12/2009 00:02
    Piaciuta!
    Ciao...
  • Nicola Saracino il 26/01/2009 13:38
    Sentita e sincera. Da leggere e da ascoltare. N
  • Jack Foglia il 22/01/2009 13:43
    grazie,,,, troppo buona
  • Anonimo il 22/01/2009 02:11
    La “la mia stella” risveglia la memoria universale dell’uomo. Una poesia che leggero alla “mia stella” che “conoscevo già, come io mi conosco” Grazie Jack

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0