accedi   |   crea nuovo account

L'immagine che ho di te

L'immagine che ho di te

oscena fragilità che il tuo corpo ostenta
a tutti i costi cerca, invano,
di confondere la mia persona attenta,
costantemente immersa
nell'impercettibile luccichio dei tuoi occhi,
luce inconfodibile di un' anima soppravvissuta
costretta, imprigionata, mascherata
da un sorriso isterico. Inutile.

L'immagine che ho di te

austero profilo di donna vissuta
dove scopro le linee nascoste della tua natura,
discreta, sensibile, dolce. Appassionata.
dalla tua fronte come una goccia di sudore,
il mio sguardo solitario e furtivo,
lentamente scende sul tuo naso,
piccola appendice, trampolino perfetto,
per tuffarsi sulle tue labbra strette
delicata sporgenza dove il tuo respiro si dissolve
e la mia goccia, la mia immagine, il mio sguardo... si perde.

L'immagine che ho di te

fotografie confuse sul tavolo
nostalgia
una tazza di caffè sempre freddo
attesa
fogli bianchi da riempire
con il bronzo della tua pelle
con l catsano dei tuoi occhi
con il suono della tua voce.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • francy cammarota il 23/09/2009 13:20
    ... SI SENTE UN REALE SENTIMENTO... PROPRIO DELLA TUA TUA PERSONA... CIAO...
  • valentina carraro il 19/06/2009 22:03
    luce inconfondibile di anima sopravvissuta, mi viene da pensare che un po' tutti siamo luce e anime sopravvissute.
    mi piace molto.
  • Antonio Sattin il 04/03/2009 10:52
    interessante la descrizione
  • Rodica Vasiliu il 21/01/2009 11:02
    mi ha colpito la delicatezza e, perché no, la tristezza con cui descrivi la tua Lei... Bella e sensibile!! R

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0