PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il lanciatore di coltelli

Sei tu la mia sete
un mare in tempesta che vibra nel cuore
la malinconia di ore che non vogliono morire
e reclamano in silenzio la vita.

Sei tu un'inquieta voglia
il sapore delle ciliege mature
un vento che seduce le foglie
amando una luna bugiarda.

Sei tu la malinconia del sogno
che riempie sguardi di attesa
allacciando i tuoi passi al mio respiro.

Sei tu l'ultimo lanciatore di coltelli
che seduto sulla riva del fiume
inventa il rumore dell'amore.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 17/10/2015 00:11
    molto apprezzata... complimenti.

2 commenti:

  • Antonella Marseglia il 20/05/2011 16:43
    Mi è piaciuta, ogni strofa ha un ritmo che non stanca.
  • Anonimo il 26/04/2010 15:54
    Poesia molto personale, molto ben sistemata in linea. Frasologia discreta ma talvolta grave. Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0