PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una stella regina delle essenze

Non temo
il Timo

Sono
profondamente devoto
ad una stella Alpina

Salvo
in una foglia
di Salvia

una rosa selvatica
profumata di mare
nel rosmarino

ricco
d’un cartaceo gioco
d’Origano

in me celo un drago
nel dragoncello

regnante
in un basilico
Re orientale

Giocandomi
tutto
sul molo
d’un prezzemolo
senza prezzo

Su una gialla zattera
di zafferano
dal piccolo guscio
volante
di noce moscata

Sfiorando il naufragio
In vuote onde mentali
di zenzero

sfiorando
la scalogna su scogli
di scalogno

in un leggero aroma
Santificato in reggia
nella santoreggia

Smascherando
un carnevalesco
drammatico coro
di coriandolo

dondolo
in oro
atletico
laureato
in corone
olimpiche
d’Alloro

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anna G. Mormina il 22/01/2009 17:23
    ... hei!... quanta passione per tutte queste cose che, rendono deliziosi i nostri pasti... m'è venuta una fame...
  • Nicola Saracino il 22/01/2009 12:06
    Di che si stava parlando? Ah già, del poeta-natura...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0