accedi   |   crea nuovo account

Tracce

Sotto il sole
che inaridisce i campi
sotto la pioggia
che affoga i risvegli
mi fermo e osservo
punti indefiniti
su questo grigio asfalto
grigio come la malinconia
su quest'asfalto duro
come un pugno chiuso
che mi colpisce in faccia
facendomi lacrimare
e lasciando il mio sangue
tra la polvere e i fiori
come inutile traccia
di questo passaggio.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 25/02/2009 20:06
    è la tua seconda poesia che leggo dopo ballo d'istinto
    e mi piace, suscita in me ricordi ed emozioni d'un'estate appena trascorsa, cha mi ha colpito in faccia allo stesso modo e che allo stesso modo mi ha fatto chiedere quanto "inutile" sia "questo passaggio".
    sono contento d'averti letto e lo farò ancora appena avrò un attimo libero.
    a rileggerci!
  • Aranel_75 il 28/01/2009 12:20
    molto intima
  • Anonimo il 23/01/2009 18:30
    Una traccia poetica niente male, non credo sia per te una cosolazione, ma sicuramente è una buona poesia. Ciao.
  • Vincenzo Capitanucci il 23/01/2009 09:26
    Graffi su un viso... d'asfalto...

    Bellissime tracce Alessandro... lasciate con il sangue... in un impasto uomo... di polvere e fiori...
  • Anonimo il 23/01/2009 08:35
    È davvero bella... molto originale, mi tocca da vicino. Bravò

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0