PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo so che piovono…

Vorrei in prestito la fratellanza,
e sentire quel dolce amore di pace
che vi era nel cuore.
Soldato perché la libertà
è passata in un soffio di speranza,
perché dopo la pioggia gli aquiloni
non trovano più in fondo all’anima
il blu del cielo tempestato.
Quanta bellezza abbiamo calpestato,
quanta sofferenza ai bambini,
abbiamo causato...
le mani si, quelle tutti noi le abbiamo insanguinate,
col nostro non vedere, col nostro tacere.
Dai soldato non c’è pace senza amore,
ed io lo so che piovono le stelle,
nel crepuscolo della sera,
in fondo… nell’anima tua.
Chissà se torneremo mai a volare
con gli aquiloni nel cuore di
un cielo arricchito di lacrime
che ridono serenità,
anelate di pace e di bontà.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 24/02/2009 09:09
    troppo lunga
  • Vincenzo Capitanucci il 23/01/2009 10:16
    Mai smettere di crederci... se no sarebbe veramente finita... l'epoca dei bambini... l'era delle stelle...

    Un abbraccio... Naida...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0