PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Voglio essere un castello trasparente

Persino le colonne
avevano le sembianze
di persone che discrete
assistevano al rito domenicale.
Tutto era un mormorio
un palpitare disordinato
la vita trasudava da ogni angolo
cuoricini accelerati.
Per stimolare i bambini
il celebrante prese a fare domande
e mentre leggevo l’imbarazzo
dei genitori colti di sorpresa
m’immaginai Gesù che a me
chiedeva: Vorresti aiutarmi
per ripulire la mia chiesa?
Signore, risposi:
“Ho appena iniziato
a ripulire me stesso
confinando il mio egoismo
purificando nell’amore il mio cuore
dammi ancora un po’ di tempo
e farò ciò che mi chiedi. ”
Attorno ai miei sentimenti
non costruirò mura di cinta
ma un castello trasparente.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Dora Forino il 09/11/2011 16:57
    Stai costruendo una nuova visione reale da seguire nel nome del Signore. Un abbraccio.
  • Fabio Mancini il 01/02/2009 23:26
    Grazie ad entrambi. Mi piace questo sito. Mi piacciono i miei vicini di casa. Un ciao affettuoso ad entrambi. Fabio.
  • Donato Delfin8 il 31/01/2009 20:04
    Concordo con i commenti. Bella. Ke tutto ti vada sempre al meglio.
    grazie a presto
  • Anonimo il 31/01/2009 17:04
    Dio è amore e misericordia, ti darà tutto il tempo di cui hai bisogno! Bella e pura di fede!!Fabio, mi vengono diverse riflessioni difficili da esprimere in un semplice commento!!Cindy
  • Fabio Mancini il 24/01/2009 21:15
    Grazie a tutti voi. Sophie "immensa" è forse la voglia di migliorarsi e il miracolo che ogni giorno fa Dio nel nostro cuore. Grazie, Bruno, per l'ennesimo apprezzamento. Cara, Cinzia, tu mi conosci da più tempo e meglio di qualsiasi altro. Tu sai che fino a qualche mese fa, mi vantavo di condurre due vite: una reale e l'altra virtuale, cioè sui siti di scrittura. Ora non ho più, neppure una vita privata, ma non mi sento male, non mi sento frustrato. La mia è stata una scelta d'amore e limitata ad un periodo di tempo circoscritto. Forse è già questo un piccolo miracolo d'amore? Grazie, Fabio.
  • Anonimo il 24/01/2009 18:18
    Bella.
  • Cinzia Gargiulo il 24/01/2009 13:47
    Spesso siamo noi a non sentirci idonei per ciò che Lui ci chiama a fare ma non è così per Lui... Pensa a Mosè... noi ragioniamo sempre secondo una logica umana ma non è la Sua... e talvolta siamo troppo severi con noi stessi mentre Lui è Misericordioso...
    Poesia molto profonda!
    Un bacio e buon fine settimana...
  • Anonimo il 24/01/2009 12:09
    Immensa! Senza frontiere... bravò!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0