accedi   |   crea nuovo account

Valchiria

Splendido spietato Oceano
dai cavalloni furenti

cavalchi
le onde
in lupa nuda
di collettivo
inconscio

affogando
nel disperato vuoto
il dolore

d’un superstite Amore

aggrappato
disperatamente
ansiosamente
in depressioni
d’ultima spiaggia

vulcanica
sabbia nera
in bianca bellezza estetica

lasci tracce statiche
delle tue unghie in sangue

su poveri eroici corpi
inermi

portandoli
in dolcissima Valle

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anna Raccardi il 19/11/2011 16:09
    bellissima poesia vincenzo complimenti ciao
  • Anna G. Mormina il 27/01/2009 15:57
    ... "affogando, nel disperato vuoto, il dolore, d’un superstite Amore..."
    Bellissima!...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0