PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Paradosso cosmico d’un pianista cento-me-trista

Guarda
come tristemente
fra tutti questi immani dolori

le mie comiche mani

spogliandosi
snaturata mente
dai pensieri

si divertono
al centro

d’una tastiera cosmica

olimpioniche dita da corsa
scivolano leggere
scorrendo in armoniose
scale di luce

sbiancando i tasti neri

Ridanno

ridendo
velocemente a scosse
al pianista folle
notti
in note di cristallo

Voce
al Tuo melodioso corpo

Oh Madre universale

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anna G. Mormina il 27/01/2009 15:40
    ... il pianista con la sua melodia, riesce ad esprimere tutto il dolore e tutta la gioia che ha nel cuore!!!... molto bella, grazie!
  • Domenico Montaleone il 26/01/2009 09:04
    Molto bella! Profonda come l'universo. Aririciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0