accedi   |   crea nuovo account

non ci sei più

Ho odiato il momento in cui hai chiuso la porta,
ho passato giorno e notte ad aspettare..
un’eternità di dolore..
sei la mia dannazione.
Ho amato il momento in cui ti ho incontrato..
Ho passato giorno e notte a renderti felice,
pochi secondi di felicità..
sei la mia vita, eri la mia vita..
La mia carne è a brandelli,
il mio cuore è ghiaccio,
i miei occhi
sono vetro..
l’aria scura, pesante …mi fa male respirare..
voglio poter piangere..
ma ogni accenno è una pugnalata..
chiusa.. sola..
la mia mente è deserto paura
non ci sei più..
non ci sei più..
vorrei che fossero bugie
ma è straziante verità.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 27/01/2015 17:57
    Il non esserci più di una persona contiene già in sè l'essenza del nostro ritrovarci, certo, non è cosa che si realizzi in un istante, occorrono tempo, volontà e pazienza ma alla fine... si vince. Cordialità.

2 commenti:

  • Sergio Fravolini il 19/09/2010 14:21
    ... una triste descrizione della realtà.

    Sergio
  • Donato Delfin8 il 26/01/2009 07:17
    triste e lacerante descrizione della realtà. grazie a presto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0